Ubuntu, primo avvio, aggiornamento, codec e flash player

martedì 9 dicembre 2008

Ubuntu, primo avvio, aggiornamento, codec e flash player

Eccoci al primo avvio di ubuntu, in questa fase avremo il sistema in inglese se abbiamo utilizzato come supporto di istallazione un'immagine del cd, in italiano se invece era un dvd, nel caso sia in inglese non vi preoccupate, si sistemera' tutto in un'attimo l'importante e che ci sia una connessione a internet attiva.
Eccoci al primo avvio di ubuntu, in questa fase avremo il sistema in inglese se abbiamo utilizzato come supporto di istallazione un'immagine del cd, in italiano se invece era un dvd, nel caso sia in inglese non vi preoccupate, si sistemera' tutto in un'attimo l'importante e che ci sia una connessione a internet attiva.

A questo punto la prima cosa da fare e' aggiornare il sistema, ubuntu offre un'ottimo sistema di autoaggiornamento, molto utile per chi si avvicina per la prima volta a sistemi linux basati su debian, e quindi apt-get.
Prima di aggiornare pero' e' utile abilitare alcune sorgenti software e selezionare il miglior mirror per noi.Per fare questo, tramite il pannello superiore:

Sistema(System)->Amministrazione->Sorgenti software

e immetteremo la nostra password.
Poi selezioniamo download from e scegliamo other.

Dalla finestra che appare pemiamo il pulsante Select Best Server(Seleziona server migliore). Il gestore scansionera' i mirror per scegliere il piu' veloce e lo selezionera', non ci resta che premere Chouse Server(Scegli Server).

Ora e' giunto il momento di aggiungere la repository partner di intrepid, per fare questo ci si sposta nella linguetta Third-Party Software e si selezionano tutti le caselle.
Poi ci spostiamo nella casella aggiornamenti e seleziona la casella con backports, ora premiamo su chiudi e quando chiede di eseguire aggiornamento diciamo no(avvolte si blocca, faremo controllo al passo successivo).

Ora sulla barra superiore dovrebbe comparire una freccia rossa, molto probabilmente era presente da prima, ma dopo aver aggiunto sorgenti software e riaggiornato la lista dei pacchetti, e' il momento giusto per premerla. A questo punto Check(Verifica) e poi su installa, da me ha impiegato circa 5 minuti, il server scelto era molto veloce per me e non e' mai sceso sotto i 600k al secondo.

Questo aggiornamento sara' grossicello, verra' aggiornato buona parte del sistema, kernel, firefox, open office, e quantaltro c'e nel sistema da essere aggiornato. Finito tutto il sistema vi chiedera' il riavvio, be fatelo.

A questo punto il sistema e' aggiornato e' pronto per essere utilizzato, ma non e' ancora in grado di riprodurre contenuti flash, mp3, wma, divx e cosi' via, in pratica non riproduce formati proprietari, gli mancano i codec.
Per abilitarne la riproduzione ci bastera' lanciare un'unico comando da console.
Per aprire la console:
Apllicazioni->Accessori->Terminale. Il comando da lanciare e':
sudo apt-get install -y ubuntu-restricted-extras
quando avra' terminato consiglio un'ulteriore comando, ho notato che in alcune installazioni flash cosi' continua a non funzionare, quindi per sicurezza lanceremo un'ulteriore comando per sostituire un pacchetto.
sudo apt-get -y install adobe-flashplugin
diamo altri due comandi, questi servono per ripulire la cache ed eliminare eventuali pacchetti superflui.
sudo apt-get clean

sudo apt-get autoremove
Ora proviamo ad andare su youtube, per provare flash player, e poi andate su www.rai.it e provate a vedere Rai 1 in diretta via web o l'ultima edizione del TG1, tutto dovrebbe essere perfettamente funzionante.

Possiamo installare ulteriori pacchetti, come quelli provenienti da
Medibuntu, cosí amplieremo ulteriormente il numero di formati riproducibili e aumenteremo il numero di pacchetti a nostra disposizione.

Nessun commento: